Go to all recipes

Arancina, tra passato e presente

60 MIN 10 MIN Dose for 4 Average
[{ count_likes }] 1 1

Description

La storia ci racconta che lo zafferano giunse nel sud Italia dai greci nel Salento è dagli arabi in Sicilia. La storia culinaria partenopea racconta che pur essendoci molteplici risaie nel regno borbonico era la pasta la più usata sulle tavole. Gli chef dell'epoca, per i banchetti dei ricchi, decisero di trovare nel riso una innovazione culinaria mescolandolo a spezie e sughi . Da qui la mia idea per partecipare al contest #cucinaconzaffy indetto da @fuudly @zaffy_zafferano Riso di semola... Crema di provola... Zafferano... Salame e prosciutto disidratato...gocce di ragù e basilico... Ecco la mia... ...Arancina, tra passato e presente! .

Ingredients

Preparation

  • 1

    Tagliare il salame a piccoli cubetti. Porre della carta forno in una padella, mettervi i cubetti e farli “disidratare” a fuoco lento. Man mano che risulteranno croccanti, sminuzzarli con un coltello e ripetere il procedimento. Ripetere quanto sopra con il prosciutto.

  • 2

    Realizziamo il crumble con il pane raffermo, una volta ottenuta la polvere di pane irrorarla con dell'olio evo e ripassare in forno. Preparare la nostra crema di provola portando il latte a circa 70 gradi e con l'aiuto di un frullatore ridurre la provola aggiungendo un filo di olio.

  • 3

    Cuciniamo il "riso" di semola come un risotto, qualche minuto prima del termine della cottura inserire i pistilli di zafferano e la crema di provola. Il risultato deve essere un "risotto" omogeneo e cremoso.

  • 4

    Impiattare ponendo al centro il "risotto" , guarnire con delle gocce di salsa al ragù, del basilico, il crumble di pane, salame e prosciutto. Buon appetito !!!!

is required for posting comments

  1. [{ comment.timestamp | time }]
    [{ comment.count_likes }]