Il ristorante degli chef
Fuudly FuudlyFuudly Fuudly | | Categorie: News, Eventi,

Il ristorante degli chef

Non basta solo realizzare piatti spettacolari: pronti a seguire la sfida di aspiranti chef alle prese con la gestione di un ristorante?

Appuntamento a martedì 20 novembre per il nuovo format di Rai 2 in onda alle 21.20! Al fianco degli aspiranti chef ci sono Andrea Berton, Philippe Léveillé e Isabella Potì, pronti a giudicarli sia in studio sia nell'amministrazione del locale, dove dovranno esaudire i desideri dei loro avventori.

Qual è il premio che attende il vincitore? La possibilità di formarsi nella scuola internazionale di cucina italiana Alma, luogo di eccellenza che ha visto nascere e crescere nel corso della sua lunga sotia i più affermati chef, diventando un passaggio obbligato e fondamentale per chiunque sogni di lavorare nel mondo della cucina.

Vi avevamo annunciato le selezioni nella nostra newsletter e fra gli aspiranti (si sono presentate duemila persone!) c'erano anche dei fuudlers! Nella prima puntata la prima selezione ne ha scelti 80, che hanno presentato le loro specialità ai tre Chef. Di quegli 80 alla fine della prima puntata ne resteranno solo dieci: saranno loro i protagonisti, sopravvissuti a questa durissima selezione.

E vista la presenza dei fuudlers non potevamo far altro che anticipare l'inizio di Divano Fuudly: dal 20 novembre quindi vi aspettiamo su Twitter e Fuudly con l'hashtag #DivanoFuudly per seguire le avventure di questi aspiranti chef!

La sfida

A partire dalla seconda puntata la sfida si divide tra l'arena di gioco e la cucina di un vero e proprio ristorante. Nel primo gli aspiranti chef si danno battaglia davanti ai giudici, per convincerli della loro creatività e del loro talento, affrontando sfide sempre diverse. Qui i giudici hanno modo di valutare i piatti migliori e conoscere i concorrenti per decidere chi merita di essere capo brigata o chi deve lasciare la sfida.

Il ristorante è il cuore del programma: qui le cucine sono gestite direttamente dai concorrenti divisi in due brigate sotto la supervisione di uno dei giudici che diventa executive chef della puntata. Partendo da un tema assegnato dai giudici i concorrenti devono creare un menù che possa soddisfare oltre 40 commensali, fra i quali anche volti noti della tv e dello spettacolo. Saranno valutati sia i piatti e i menù sia la prestazione in cucina, in cerca della salvezza dall'eliminazione e di guadagnare un vantaggio per la sfida finale.

Sei puntate in tutto, con una finalissima dove si aggiungerà la valutazione del tavolo dei vip e di un prestigioso Chef ospite.

I giudici

Andrea Berton

Andrea Berton si è formato nella brigata di Gualtiero Marchesi, e tra gli altri riconoscimenti ha ottenuto una stella Michelin, tre Forchette dal Gambero Rosso nel 2010 e tre Cappelli nella guida dell’Espresso nel 2011. Il ritorno alla "sua" cucina avviene con l'apertura del Ristorante Berton, con il quale dopo nemmeno un anno dall'apertura ottiene una stella Michelin. Nel marzo 2015 viene nominato Ambasciatore EXPO e nel 2016 ottiene 18 punti su 20 dalla Guida Espresso, le Tre forchette del Gamber Rosso. Ad ottobre 2018 Berton ottiene il Premio Pommery "Il piatto dell'anno" della Guida Ristoranti d'Italia 2019 dell'Espresso e si aggiudica i 4 cappelli sempre della Guida de L'Espresso.

Philippe Léveillé

Philippe Léveillé, chef di fama internazionale (due stelle Michelin, Cappello d’oro sulla Guida Espresso, tre Forchette sulla guida Gambero Rosso 2019) e già conosciuto dal grande pubblico. Nato nel 1963 in Francia ma italiano di adozione, con la sua cucina eclettica ha girato il mondo. Dal 1994 è Chef del Miramonti l'Altro a Concesio di Brescia (2 stelle Michelin). Negli ultimi anni ha lavorato anche come consulente a Bangkok, Seul, Las Vegas e ha cucinato per Benedetto XVI. Nel settembre 2011 ha aperto a Hong Kong il ristorante L'Altro (1 stella Michelin), gestito fino al 2017.

Isabella Potì

Isabella Potì, 22 anni ma già considerata uno dei grandi talenti della cucina, nel 2017 è stata inserita nella lista “Forbes 30 Under 30 Europe” nella categoria “The Arts”. Considerata una delle dieci donne più influenti della cucina italiana, inizia la sua esperienza in pasticceria moderna e classica con i Pellegrino Bros. Continua le due esperienze professionali all corte dello Chef Claude Bosi a Londra e dallo Chef basco Martin Berasetegui. Nel 2016 lavora in pasticceria dallo chef Paco Torreblanca e si aggiudica il premio Chef Emergente Sud, ideato da Luigi Cremona. Nel 2017 insieme a Floriano Pellegrino ottiene il premio Performance dell'anno per le Guide dell'Espresso raggiungendo con il ristorante Bros' i 3 Cappelli.

Pronti con le tastiere fuudlers, Divano Fuudly sta tornando!!

Condividi su Fuudly

necessario per pubblicare un commento

  1. [{ comment.timestamp | time }]
    [{ comment.count_likes }]

Articolo Precedente

Il Natale di Molino Pasini si veste d'oro

Articolo Successivo

Divano Fuudly: la nuova stagione!